Denti sensibili al freddo: cause e rimedi

immagine relativa ai denti sensibili al freddo, raffigurante dei pezzi di ghiaccio che cadono in acqua

Certamente avrete visto in pubblicità quel bel bicchiere d’acqua fredda con dentro i ghiaccioli che galleggiano e il vetro appannato, con le goccioline di condensa che scivolano lentamente lasciando una scia trasparente. Se un brivido vi percorre la schiena al solo pensiero di berlo, nonostante fuori ci sia una temperatura tropicale, per la paura di sentire una fitta nevralgica che vi attraversa il cranio come una lama di ghiaccio, avete sicuramente un problema di denti sensibili al freddo.

La causa dei denti sensibili al freddo

Innanzi tutto devo darvi una bella notizia, non sono quasi mai tutti i denti che raffreddano ma solo alcuni; tuttavia è  sufficiente un dente sensibile al freddo per indolenzire tutta l’arcata. E allora dobbiamo individuarlo!

I denti raffreddano quando la gengiva si ritira e lascia la radice parzialmente scoperta o quando il dente è cariato o si muove, anche leggermente.
L’errore più comune che viene commesso è evitare di spazzolarli, perchè a volte anche l’utilizzo dello spazzolino provoca dolore. Purtroppo cosi facendo si mantiene intorno al dente la placca batterica, che essendo molto adesiva e raccogliendosi in grandi quantità se non asportata giornalmente, inizialmente concede un poco di sollievo al raffreddamento, ma a lungo andare non può che peggiorare la situazione, aumentando la retrazione gengivale che può portare anche alla perdita del dente.

Cosa fare in caso di denti sensibili al freddo

La prima cosa da fare è individuare il dente che raffredda.
Ponetevi davanti uno specchio e munitevi di una pinzetta e piccoli batuffoli di cotone idrofilo. Prendete con la pinzetta una pallina di cotone e immergetela in acqua fredda, con questa toccate i denti ad uno ad uno cominciando dall’arcata superiore e continuando con quella inferiore, fino ad avvertire intensamente la dolorosa sensazione del dente che raffredda.

Una volta individuato il dente o i denti sensibili al freddo, guardate se vi siano lesioni cariose e poi applicate una pasta dentifricia specifica per sensibilità dentinale (in commercio ne trovate diversi) inizialmente solo sui denti sensibili anche più volte al giorno. Successivamente estendete l’utilizzo del dentifricio anche agli altri denti e continuate ad utilizzarlo per la pulizia quotidiana; la sera, prima di coricarvi, applicate il dentifricio su tutti i denti, sopratutto su quelli sensibili, avendo l’accortezza di mantenerlo il più a lungo possibile.

Seguendo queste indicazioni la sensibilità diminuirà, ma il miglior consiglio che posso darvi è quello di non temporeggiare ed andare al più presto da vostro dentista di fiducia per una visita di controllo.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Nome ed email sono necessari.