Il bambino ha un dente rotto. Primi soccorsi

Illustrazione che raffigura un bambino che piange a causa di un dente rotto trauma dentario

Spesso accade che i bambini giocando o correndo possano cadere rischiando di procurarsi un trauma dentario, in particolare rompendosi gli incisivi, i denti anteriori.

Cosa fare se il dente è rotto

Innanzitutto è fondamentale mantenere la calma! Dopo aver consolato il bambino bisogna capire che tipo di trauma ha avuto: se il dente è ancora nella sua posizione occorre controllare se si muove o meno, in entrambi i casi è bene applicare del ghiaccio. Se il dente si muove dobbiamo controllare se la radice è rotta oppure se si muove tutto il dente. Nel primo caso il dente probabilmente andrà tolto e sostituito; nel secondo caso invece, se il dentista lo riterrà opportuno, provvederà a bloccarlo e lasciarlo in sede per cercare di mantenerlo.

Se il dente appare scheggiato oppure spezzato la prima cosa da fare è controllare se il pezzetto mancante del dente rotto è andato a finire in bocca a causa del trauma; se il bimbo presenta lacerazione del labbro bisogna vedere se si è incastrato in esso, o infine, cercare di recuperarlo se è caduto da qualche parte. Inoltre bisogna guardare la parte di dente rimasta nella sua sede, se al centro di esso si presenta una piccola goccia di sangue vuol dire che la polpa del dente è esposta, dovrete a quel punto tamponare con un poco di cotone per asciugare la zona. Se il bambino ha dolore o respirando sente il dente sensibile applicate il cotone imbevuto con un analgesico in gocce o con dell’olio di chiodi di garofano. Sarà comunque il dentista a decidere come procedere per recuperare quel dente.

Se si ritrova il pezzettino di dente rotto è bene conservarlo e portarlo al dentista che potrebbe decidere di utilizzarlo per ricostruire il dente.

Se invece malauguratamente il dente è completamente saltato bisogna innanzitutto cercarlo, una volta recuperato lavarlo  senza raschiarlo ed immergerlo in una soluzione, sia essa acqua, latte, soluzione fisiologica o saliva stessa al fine di mantenerlo idratato e correre subito dal dentista, infatti il successo del reimpianto del dente ha una maggiore percentuale  se viene effettuata nel giro di mezz’ora.

In tutti questi casi dovreste rivolgervi al medico curante per effettuare una copertura antibiotica al fine di scongiurare qualsiasi tipo di infezione.

Ricordiamoci sempre che se anche un trauma non ha comportato gravi conseguenze nell’immediato vi può essere sempre la possibilità che un dente, che abbia subito un trauma, nel tempo possa diventare nero e perdere la sensibilità: a quel punto il dentista dovrà intervenire per devitalizzarlo.

Breve promemoria in caso di dente rotto

Ricapitolando, nel caso in cui un bambino cada e subisca un trauma dentario agli incisivi occorre:

  • Applicare del ghiaccio nella zona interessata;
  • Verificare la presenza di lesioni ai denti;
  • Se il dente è spezzato cercare il pezzettino di dente e conservarlo;
  • Se il dente è saltato interamente cercarlo, sciacquarlo e metterlo in una soluzione di acqua , saliva o latte e portarlo subito al dentista;
  • Se ci sono lesioni alle labbra controllare che una piccola parte del dente non sia rimasta incastrata in esso;
  • Se dal dente spezzato spunta una piccola gocciolina di sangue o diventa molto sensibile applicare una pallina di cotone con un analgesico;
  • Effettuare una copertura antibiotica di sicurezza;
  • Far mangiare al bambino per i primi giorni, cibi tiepidi e morbidi;
  • Ricordare sempre che gli esiti del trauma si possono avere anche a distanza di tempo;
  • Recarsi il prima possibile dal proprio dentista di fiducia.

 

Commenti

  • Rosalia il

    Salve volevo sapere se oltre alla ricostruzione di denti fate anche cura dei denti per bambini
    Grazie

    Rispondi

    • Francesco D’Alba il

      Buonasera sig.ra Rosalia, la cura dei bambini è una delle nostre priorità, presso il nostro studio si effettuano tutte le cure odontoiatriche sia preventive che terapeutiche.
      Grazie per averci contattato.

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Nome ed email sono necessari.